Brevetti, Marchi e Disegni: l’azione di imprese, consulenti e UIBM è proseguita tra marzo e giugno senza contraccolpi

L’andamento delle attività di deposito e rilascio titoli dei Brevetti, Marchi, Disegni e modelli durante il lockdown e nel periodo di limitata fruibilità degli uffici (marzo – giugno 2020) non ha risentito dell’emergenza che ha colpito il Paese. I depositi effettuati sono in linea con quelli registrati negli stessi mesi nello scorso anno e, addirittura, in alcuni casi si è registrato un decisivo e positivo incremento.

Anche l’attività amministrativa di valutazione delle domande e di concessione o registrazione dei titoli è proseguita con una sostanziale regolarità.

E’ quanto emerge dal consuntivo elaborato dall’UIBM sul deposito di domande di titoli di proprietà industriale, sul rilascio degli stessi titoli e sulla definizione delle istanze dal raffronto dei dati 2020 con quelli relativi al 2019.

Nonostante le concrete difficoltà determinate dall’emergenza sanitaria, i dati sui depositi indicano per i Brevetti per invenzione un +9,5%, per i Brevetti per modelli di utilità un +38,2% e per le convalide di brevetti europei un -4,4%.

Risultati significativi che delineano un quadro positivo sulle iniziative intraprese nel settore da imprese e consulenti.

Sempre per l’attività di deposito, ma questa volta per i Marchi, Disegni e modelli, emerge invece nel 2020 una flessione rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare, la significativa riduzione (-18%) di domande di nuovi marchi va ricondotta al forte rallentamento dell’economia del Paese, conseguente alla pandemia, che ha influito sulla propensione degli operatori ad aprire nuove attività.

Un trend positivo, con punte di netto incremento della produttività, risalta dai dati relativi all’attività amministrativa di rilascio titoli e di definizione istanze per i Brevetti per invenzione (+2,9%) e per modello di utilità (+20,6%) nonché per l’attività relativa alla convalida di Brevetti europei (+53,9%).

Per i Marchi, invece, una evidente flessione appare riconducibile, in larga, parte ai provvedimenti governativi di sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi che hanno inciso in modo determinante sull’azione dell’Ufficio.

Infine, dati in sostanziale continuità per ciò che concerne il rilascio e definizione istanze per i Disegni e i modelli.

 

Per approfondire, consulta l’allegato:

Consuntivo attività marzo-giugno 2019/2020

leggi l’articolo originale: clicca qui.