Festival Città Impresa 2020. Studio Bonini presenta “Campioni di Idee e di Brevetti”: Euronda ed Energreen

Sabato 12 settembre 2020 / dalle 10:00 alle 11:15
Palazzo Chiericati / Piazza Matteotti – VICENZA
Studio Bonini, partner di Italypost, sarà presente anche quest’anno alla manifestazione
Vicenza Festival Città Impresa
con un nuovo appuntamento intitolato:

Campioni di Idee e di Brevetti

Molte aziende – Champions e non solo – basano la ricetta del proprio successo sulla tutela della proprietà intellettuale: brevetti d’invenzione, disegni e modelli industriali, marchi creano valore aggiunto per le imprese e per le economie dei territori.

Purtroppo però la maggior parte dell’innovazione, in ogni campo, viene “regalata” ai concorrenti per la mancanza di un’adeguata cultura della protezione della proprietà industriale. A Città Impresa, Studio Bonini porta esperienze imprenditoriali e d’innovazione a confronto per discutere come la gestione della proprietà intellettuale possa diventare un asse strategico e irrinunciabile per la ripresa post-covid.
I “nostri” campioni di idee, a testimonianza dell’importanza della protezione dell’innovazione nello sviluppo del proprio business, saranno:

EURONDA SPA rappresentata dal suo responsabile Marketing Gianluca Fiscato

ENERGREEN SRL rappresentata dal suo direttore generale commerciale Daniele Fraron

Intratterrà gli ospiti Ercole Bonini, presidente e fondatore di Studio Bonini Srl

Modererà l’incontro Piero Erle, giornalista de Il Giornale di Vicenza

 

 

ISCRIVITI ALL’EVENTO clicca qui

 

Dal 2008, Festival Città Impresa è luogo di dibattito sui temi legati allo sviluppo delle imprese e dei territori. L’edizione di Vicenza, diretta da Raffaella Polato, inviato speciale del Corriere della Sera, si caratterizza per la presenza e l’intervento di 50 imprenditori Champions, le imprese selezionate dal Centro Studi ItalyPost e L’Economia del Corriere della Sera sulla base dei risultati di bilancio degli ultimi sei anni. Un programma di 30 incontri con circa 120 relatori, tra cui manager, economisti, figure istituzionali, esponenti di primo piano del mondo dell’informazione, delle associazioni di categoria economica e del sindacato.