Tre strade per innovare: brevetti, competenze, finanziamenti. Venerdì 31 marzo, ore 15:00 – 17:00 | Chiesa di San Bartolomeo, Vicenza

header-festivalterritoriindustriali


Venerdì 31 marzo, ore 15:00-17:00
Chiesa di San Bartolomeo, ingresso da Palazzo Chiericati
Piazza Giacomo Matteotti, 37/39
36100 Vicenza, ITALIA


La spinta all’innovazione può arrivare da più fronti: da un desiderio di miglioramento, da un’intuizione che ci porta a pensare che la nostra idea possa diventare realtà, dall’incalzare della concorrenza mondiale.
La ricerca, l’esperienza, la passione aiutano a sviluppare l’innovazione, ma per diffonderla, goderne i frutti e valorizzarla, bisogna acquisire delle specifiche competenze.

Gli argomenti trattati dai relatori che parteciperanno alla sessione, a cura dello Studio Bonini, introducono temi di grande attualità: una formazione mirata di figure specializzate all’interno delle aziende, la diffusione della cultura per la gestione dell’innovazione che, grazie anche alla costituzione di Competence Center nell’ambito del Piano Italia 4.0, dà concretezza a laboratori e competenze tecniche a disposizione delle aziende. A chiudere il cerchio una chiara e dettagliata descrizione degli strumenti disponibili per finanziare il processo d’innovazione.

Gli interventi:

L’Innovation Manager, una nuova figura all’interno dell’azienda per gestire l’innovazione – Ing.Ercole Bonini Bonini, presidente di Studio Bonini Srl.

È sempre più crescente l’esigenza di creare una figura di riferimento, all’interno dell’azienda, per le attività innovative, che abbia competenze trasversali.
Una figura manageriale capace di gestire con autonomia e doti di leadership, le dinamiche strategiche e gestionali dell’innovazione aziendale, in termini di ricerca prodotto, di ottimizzazione dei processi e dei servizi, ma anche rivolta alla creazione di nuovi business.
l’Innovation Manager è un profilo aziendale già consolidato nei paesi anglosassoni che inizia ad emergere anche nel contesto italiano.

L’Università si avvicina alle esigenze delle imprese: il Competence Center – Ing. Fabrizio Dughiero, Prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese – Professore ordinario di Elettrotecnica – Dipartimento di Ingegneria Industriale – Università di Padova.

Il piano che il Governo ha messo a punto su Industria 4.0 intende individuare alcuni centri di ricerca o università in Italia che siano deputati a diventare Competence Center e, accanto a questi, alcuni Digital Innovation Hub. L’obiettivo è operare concretamente nel trasferimento tecnologico tra atenei e mondo dell’impresa.
Ricerca e produzione, università e impresa: nell’ambito del progetto di rilancio industriale il governo inserisce anche gli atenei veneti, con l’Università di Padova come capofila.

Come finanziare l’innovazione: gli strumenti a disposizione delle aziende: I finanziamenti Europei – Luca Dal Ferro, fondatore e AD di Service Group Engineering Innovation Srl.

Sintesi delle principali misure aperte e di quelle in corso di pubblicazione per le quali le imprese possono verificare i principali strumenti agevolativi, l’importanza delle tempistiche nella preparazione delle proposte progettuali e le finalità legate all’utilizzo di questi strumenti.

Finanziare l’impresa innovativa superando il canale tradizionale della banca: i MINIBOND e le Cambiali finanziarie – Dott. Marco Ronconi, Responsabile Credito di Neafidi, Consorzio di Garanzia fidi – Intermediario finanziario vigilato Banca d’Italia.

La finanza alternativa è più un gap culturale che un ostacolo procedurale.
I finanziamenti alternativi al credito bancario diventeranno una forma ordinaria di supporto anche per le PMI che sapranno prendere stimoli dalla crisi del sistema creditizio.
Le prime emissioni di Minibond delle PMI del territorio.

Clicca qui per partecipare all’evento

La decima edizione di Vicenza Città Impresa, Festival dei Territori Industriali avrà luogo nella splendida cornice dei palazzi storici del centro di Vicenza dal 31 marzo al 2 aprile 2017. Un’occasione di confronto sui temi dell’economia, della politica e della cultura, che vede come protagonisti importanti nomi dell’imprenditoria, dell’università e del giornalismo italiani.
Direttore: Dario Di Vico, giornalista Corriere della Sera. Presidente del Comitato Scientifico: Stefano Micelli, direttore scientifico Fondazione Nord Est.

Per informazioni dettagliate sulle location e il programma del festival www.festivalcittaimpresa.it

I protagonisti dell’evento:

Ing. Ercole Bonini, presidente dello Studio Bonini S.r.l., è mandatario nel settore della Proprietà Intellettuale dal 1983, supporta le aziende interessate al trasferimento delle proprie innovazioni a livello internazionale, membro LES, INTA, AIPPI, ECTA, Italian Observer dell’APAA. Presidente dello Studio Bonini di Vicenza. Ha progettato un percorso di formazione mirato, rivolto ai propri clienti, per creare all’interno delle aziende la figura dell’IP Manager.

Ing. Fabrizio Dughiero, Prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese – Professore ordinario di Elettrotecnica – Dipartimento di Ingegneria Industriale – Università di Padova.
Coordina e promuove le iniziative di collaborazione e progettazione condivisa con il mondo produttivo. Attua iniziative volte a potenziare i rapporti esistenti con il mondo delle imprese favorendo la partecipazione delle aree disciplinari dell’Ateneo finora meno coinvolte nelle attività di terza missione.

Luca Dal Ferro, amministratore delegato e fondatore di Service Group Engineering Innovation srl, società che opera nella consulenza di impresa.
Service Group Engineering Innovation srl aiuta le aziende nel reperire le risorse finanziarie per la ricerca e lo sviluppo attraverso l’accesso ai fondi comunitari, nazionali e regionali.

Dott. Marco Ronconi, Responsabile Credito di Neafidi, Consorzio di Garanzia fidi – Intermediario finanziario vigilato Banca d’Italia.
NEAFIDI, concede garanzie finanziarie per favorire l’accesso al credito delle PMI del Nord Est.
Opera con più di 5.000 soci nel Veneto e Friuli, attraverso 7 filiali – garantisce 210 milioni di finanziamenti a PMI, attraverso il proprio impegno per 102 milioni di garanzie.
60 milioni di patrimonio netto, TIER1 del 60% che denota una forte patrimonializzazione a favore di ulteriorisviluppi operativi.

Modera il dibattito Roberta Bassan, giornalista de Il Giornale di Vicenza.